It Follows (2014)

PROVA A PRENDERMI

Esiste una maledizione che viene trasmessa tramite il sesso. Una maledizione inesorabile, implacabile, spaventosa. Non c’è possibilità di sconfiggerla, puoi solo trasmetterla ad un altro malcapitato tramite il rapporto sessuale. Sono queste le premesse di It Follows, film rivelazione dello scorso anno in arrivo nelle nostre sale a due anni di distanza dalla presentazione al Festival di Cannes. Un vero tuffo nelle atmosfere horror anni ’80 che il regista David Robert Mitchell sembra conoscere alla perfezione. Sì, perchè It Follows è veramente quel grande film che tutti hanno osannato. Con una regia assolutamente originale, Mitchell ci racconta una storia di sesso e dannazione con una padronanza degli strumenti straordinaria. Abbandona lo spavento “facile” e preferisce inquietarci con atmosfere angoscianti e realmente spaventose. Citando Carpenter (ma anche Cronenberg), il regista mette in scena una storia stranissima, ma proprio per questo originale, lontano anni luce dai soliti “commercialoni” horror americani (tipo Annabelle, Ouija o i vari Paranormal Activity per intenderci). Grande rivelazione della pellicola è la protagonista Maika Monroe, lanciatissima a Hollywood e prossimamente nel nuovo Independence Day: Rigenerazione. Una vera ventata di aria fresca in un panorama horror che trova le sue opere migliori nel cinema indipendente come Babadook di Jennifer Kent, The Invitation di Karyn Kusama e il prossimo The Witch di Robert Eggers. Straordinaria ls colonna sonora in pieno stile anni ’80.

trash
“assente”

cult
“la grande regia di Mitchell e una strepitosa colonna sonora”

logotrailer