Miss Peregrine (2016)

GIORNI DI UN FUTURO PASSATO

C’è un problema di fondo in questo ultimo film di Tim Burton. Manca la poesia gotica-dark di Tim Burton. Semplice, no? Dobbiamo rassegnarci mi sa. Il grande Tim che ci ha regalato capolavori freak pieni di magia, quali Edward – Mani di Forbice, i due Batman, Ed Wood sta invecchiando. Dopo i disastri commerciali (e artistici) dei suoi ultimi lavori (presente Dark Shadows?), il regista di Burbank prova a rilanciare la sua immagine con un film che, sulla carta, è perfetto per il suo mondo, Miss Peregrine – La Casa dei Ragazzi Speciali. Tratto dal romanzo di Ransom Riggs, il film racconta la storia di Jacob, adolescente alla ricerca della misteriosa residenza di Miss Peregrine e dei suoi orfani dal talento speciale. Intendiamoci, il film non è brutto, anzi in molti punti diverte e sicuramente non stanca, ma è un film sterile e con poca grinta. Burton mette in mostra il suo spettacolo sui “diversi” con poco “amore” per i suoi personaggi e la pellicola ne risente. La bellissima Eva Green, nuova musa del regista, fa quello che può per rendere Miss Peregrine memorabile, ma arranca in un’interpretazione poco convincente, e anche il protagonista Asa Butterfield si muove con la sua solita espressione stralunata. La sceneggiatura di Jane Goldman, traduce il romanzo in maniera onesta, ma lascia diversi punti in sospeso (il padre di Jacob, il bambino Victor) che lasciano un grande senso di vuoto. Un gran peccato, perchè alcune idee sono ben gestite (lo scontro tra i due pupazzi in stop-motion e la ), ma sono all’interno di una struttura fragile. Si può riassumere il film nella battaglia finale con gli scheletri. Una scena sicuramente ben realizzata, ma che nelle mani di Tim Burton poteva, e doveva, diventare cult. Invece riesce a strappare solo un sorriso e niente più. Forse alla fine dobbiamo veramente rassegnarci, il vecchio Tim non tornerà più. Forse. P.s: Danny Elfman, torna a comporre le musiche per Tim Burton. Questa volta ci sei mancato.

trash
“Asa Butterfield”

cult
“la chiusura dell’anello temporale sotto la pioggia”

logotrailer