The Great Wall (2017)

MOSTRI MUTANTI VS. POWER RANGERS

Due mercenari europei in missione in Cina, si imbattono nella Grande Muraglia Cinese e nel suo esercito, pronto ad affrontare mostruose creature aliene. Diciamolo, trovare il nome di Zhang Yimou alla regia di questa mezza cavolata, fa sorridere. A 66 anni, il grande regista cinese (vera leggenda del cinema), si reinventa per dirigere uno spettacolare blockbuster movie pieno zeppo di mostri e azione, inaugurando la prima collaborazione produttiva tra USA e Cina. Il risultato finale può anche risultare divertente, ma è lontano dalle opere migliori di Yimou, anzi lontanissimo. Senza un minimo di spessore psicologico, il regista ci accompagna in un ottovolante che sicuramente non annoia, ma che rischia (in molte occasioni) di risultare ridicolo. Molte le scene da risate involontarie (i costumi dell’esercito in stile Power Rangers, il bungee jumping dei guerrieri, le mongolfiere) che non fanno altro che alleggerire, quasi innocentemente, una struttura che di solido ha ben poco. Altro punto negativo sono proprio gli effetti speciali. Con un budget di questo tipo (si parla di circa 150 milioni di dollari), ci aspettavamo qualcosa in più. Il look delle creature è discreto, ma l’animazione a volte non si amalgama con gli attori e in alcuni momenti sembra di assistere ad un film della Asylum. Altro punto debolissimo è il cast. Per sfruttare tutto il potenziale commerciale, Yimou arruola Matt Damon con tanto di codino (qui al suo minimo artistico) e Pedro Pascal (chi??) per raccogliere pubblico americano. Risultato un flop disastroso in america e un grande successo in Cina. In conclusione, The Great Wall è un grosso spettacolo per ragazzini alla domenica pomeriggio in una giornata di pioggia. Un buon ritmo e discreto divertimento non sono sinonimo di qualità. Chissà cosa si inventeranno per la prossima produzione USA/Cina ? Meglio non pensarci !

trash
“il personaggio di Willem Dafoe e il bungee jumping mortale”

cult
“il codino di Matt Damon”

logotrailer