Pirati dei Caraibi : La Vendetta di Salazar (2017)

IL GALEONE ANNACQUATO

Sono passati ormai 6 anni dall’ultimo, mediocre, capitolo di Pirati dei Caraibi (Oltre i Confini del Mare, di Rob Marshall). Grande successo al botteghino, ma la saga sembrava ormai ad un punto morto. Poi l’annuncio di un nuovo capitolo. Saranno riusciti a rilanciare il franchise? Più o meno. La storia riparte da zero. Il leggendario capitan Jack Sparrow, ridotto sul lastrico e senza una ciurma, è inseguito dal capitano Salazar, comandante fantasma in cerca di vendetta. L’unica possibilità per capitan Jack è il tridente di Nettuno. Vecchi e nuovi alleati si uniranno per trovare la reliquia.
La Disney prova a “rinfrescare” la saga, e in parte ci riesce, ma la minestra è ancora annacquata. I due registi Joachim Rønning e Espen Sandberg ce la mettono tutta e spingono il pedale del ritmo e degli effetti speciali, riuscendo ad azzeccare diverse scene (esilarante la rapina iniziale e il galeone fantasma). Il problema risiede in una sceneggiatura che saccheggia (è proprio il caso di dirlo) la struttura dei precedenti film, creando una sensazione di déjà vu un po’ fastidiosa. Johnny Depp si riconferma un Jack Sparrow divertente e spassoso e le due giovani new entry, Brenton Thwaites e Kaya Scodelario, fanno ben sperare per il futuro. Ma il vero punto di forza è Il capitan Salazar di Javier Bardem, perfettamente ricostruito digitalmente e con grande classe da vendere. Niente di nuovo sotto il sole dei Caraibi quindi. Le casse della Disney sono pronte a far entrare milioni di dollari al box-office mondiale, ma se questo è il vero inizio di una nuova saga, forse è meglio rivedere alcune cose. P.S. : le apparizioni di Orlando Bloom sono veramente imbarazzanti!!!

trash
“un Orlando Bloom assolutamente inutile”

cult
“la spettacolare rapina iniziale e un Javier Bardem istrionico”

logotrailer