Get Out (2017)

YES, WE CAN

Ok ragazzi, è arrivato il nostro primo colpo di fulmine del 2017, e come al solito, arriva da un film horror. L’anno scorso ci eravamo innamorati di The Witch, film diretto dall’esordiente Robert Eggers, quest’anno ci siamo innamorati di Get Out, diretto da Jordan Peele (altro esordiente dietro la macchina da presa). Per chi non lo conoscesse, Jordan Peele è un comico americano, famoso per il duo Key & Peele (come i nostri Ficarra e Picone per intenderci). Quest’anno ha deciso di debuttare nella regia e, invece di girare una commedia, Jordan si butta a capofitto nell’horror. E il risultato finale è da applausi. La storia è quella di Chris Washington, giovane fotografo afro-americano che parte per un weekend a casa dei genitori della sua fidanzata Rose Armitage. La grande cordialità della famiglia Armitage nasconderà in realtà qualcosa di terrificante. Senza dimenticare l’aspetto ludico, Peele imposta una sceneggiatura che ha come base una marcata critica sociale. Ma Get Out (bellissimo titolo da B-movie) è anche un perfetto esempio di thriller/horror originale e coinvolgente. Il regista gestisce un gioco psicologico lento e snervante, costruito su idee semplici ma efficaci (la canzoncina iniziale, la tazza del tè, i due governanti) fino ad un finale esplosivo e puramente “horror”. Geniali sono anche le incursioni comiche che stemperano la tensione e rendono il tutto più godibile. Menzione speciale per tutto il cast, ma i protagonisti Daniel Kaluuya (visto anche in Sicario di Denis Villenueve) e Allison Williams sono veramente straordinari. Uno dei film più freschi e originali di questo 2017. Dopo aver visto questo film, non berrete più una tazza di tè. Garantito !

trash
“una scena finale un po’ frettolosa”

cult
“affonda nel pavimento (cit.)”

logotrailer