Spider-Man Homecoming (2017)

AVERE VENT’ANNI

Bentornato a casa Spidy !!! E’ proprio il caso di dirlo. Dopo i mezzi flop della saga con Andrew Garfield e Emma Stone, la Sony ha finalmente ceduto i diritti di sfruttamento di Spider-Man hai Marvel Studios. Dopo averlo intravisto in Captain America: Civil War, il nuovo Uomo ragno è pronto per la sua prima avventura in solitaria. O quasi. Dopo gli eventi di Berlino, il liceale Peter Parker prova a ritagliarsi un posto tra gli Avengers, ma la sua giovane età non gli permette di essere un “vero” supereroe. L’occasione arriva quando un misterioso personaggio, che si fa chiamare l’Avvoltoio, compare in città. Iniziamo subito col dire che Spider-Man Homecoming è una figata pazzesca. La Marvel, con un solo film, disintegra completamente tutte le precedenti pellicole targate Sony e realizza un grande film. Con la solita freschezza e spensieratezza che contraddistingue tutti i prodotti Marvel Studios, Spider-Man Homecoming è un vero e proprio racconto di formazione. Il regista Jon Watts calibra molto bene la commedia (alla John Hughes) e l’action spettacolare, ma ci ricorda continuamente che Peter Parker non è nient’altro che un semplice ragazzo con semplici problemi; la scuola, gli amici, le ragazze. L’adolescenza è un percorso di crescita fatto di tappe fondamentali e Tony Stark (un sempre “cool” Robert Downey Jr.) interpreta la figura paterna che prova in tutti i modi a tenere Peter con i piedi per terra. Ma si sa, l’adolescenza è un periodo complesso. Perfettamente incastrato con l’Universo Cinematografico Marvel (strepitosi i videoblog in apertura), vede nei panni del protagonista un meraviglioso Tom Holland, lanciato nell’Olimpo di Hollywood e destinato a rimanere come il miglior Spider-Man di sempre. Perfetto anche tutto il resto del cast, a partire da un Michael Keaton strepitoso nei panni dell’Avvoltoio, primo villain Marvel veramente degno di nota, e una Marisa Tomei in chiave milf che riesce a prendersi in giro. Vedremo Spidy combattere in Avengers: Infinity War prima di rivederlo con la sua prossima avventura stand-alone. La saga è ripartita e non poteva iniziare nel migliore dei modi. Spumeggiante.

trash
“forse, una durata leggermente eccessiva”

cult
“un Tom Holland perfetto e un Michael Keaton INCREDIBILE!!!”

logotrailer