La Torre Nera (2017)

IL PISTOLERO E L’UOMO NERO

La penna del re del terrore Stephen King solca i sentieri del cinema con un grosso rischio, come accade spesso quando si tenta di far approdare sul grande schermo una saga molto ambiziosa. King però non è nuovo a questo confronto e da sempre gli adattamenti dei suoi libri su grande e piccolo schermo sono croce e delizia dei suoi fan. Se mettiamo da parte il capolovoro di Shining, non è mai stato facile raggiungere la stessa popolarità dei suoi romanzi e questo King lo sa molto bene, ma il rischio fa parte del gioco quindi alla fine si decide per far approdaresul grande schermo la sua saga più imponente e ambiziosa. 66 milioni di dollari di budget, qualche variazione sul tema, qualche diritto d’autore inviolabile ma alla fine ecco sul grande schermo La Torre Nera e a noi è piaciuto perchè nonostante si discosti dalla saga originale, riesce ad incollare lo spettatore allo schermo, grazie soprattuto ad una scelta azzeccatissima del cast che si cala alla perfezione del ruoli. Idris Elba è un eccezzionale pistolero che non ha nulla da invidiare alla leggenda carismatica che risponde al nome di Clint Eastwood (quello che ispirò King) e Matthew McConaughey ha la fisicità e il carisma giusto per incarnare il villain che perseguita il piccolo protagonista e il suo protettore, divertendosi palesemente nel processo. Grossa pecca di questa pellicola (come spesso accade) è forse quella di lasciare gli sceneggiatori a digiuno e ridursi sotto sera a “tirar via” per chiudere il film e andarsi a fare una pizza… porca miseria ma il finale del film non si poteva curare meglio ??? Forse non è il film per i fan della saga, ma resta un prodotto fantasy confezionato in maniera egregia, che si scava il suo posto in un’estate ricca di blockbuster da non trascurare.

trash
“un finale molto sbrigativo”

cult
“Elba & McConaughey incarnano i ruoli alla perfezione”

logotrailer