Under The Tree (2017)

L’ALBERO DEL MALE

Ci sono film che arrivano in punta di piedi, quasi in silenzio. Poi scopri che questi film colpiscono duro. Molto duro. E’ capitato quest’anno a Venezia con Under the Tree di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson. Due famiglie, vicini di casa, iniziano una guerra sempre più spietata a causa di un albero che fa troppa ombra. Con grande padronanza dello strumento, Sigurðsson ci regala una dark comedy (che sfocia nel noir) incredibile. Lo scontro tra le due famiglie è perfettamente calibrato, sempre in bilico tra commedia, dramma famigliare e thriller, fino ad un finale ai limiti dello splatter. Si sorride anche (sempre a denti stretti), ma il disagio è sempre costante e il cast riesce a rendere il tutto “credibile”. Altro grande protagonista (o antagonista?) è l’albero della discordia, che il regista inquadra come se fosse una sorta di divinità diabolica. Meravigliosa la scena finale, che riassume in maniera inquietante, tutta la vicenda. Un gioiello da vedere assolutamente. Sorprendente.

trash
“la riunione condominiale (solo perchè tremendamente reale)”

cult
“l’imbalsamazione”

logotrailer